immagine

Marco Brolli - Traverso



Portrait In generale, la qualità più piacevole del suono del flauto è quella che ricorda la voce di contralto, piuttosto che quella di soprano, o che imita il suono di petto della voce umana.

Bisogna fare tutto il possibile per acquisire il suono di quei flautisti che sanno cavare da questo strumento una sonorità chiara, penetrante, piena, rotonda, mascolina e tuttavia piacevole.

(J. J. Quantz, Saggio di un metodo per suonare il flauto traverso, 1752, IV §3)